каталог мультфильмов и фильмов - магазин
магазин каталог игр на XBOX 360

10 febbraio 2013 | San Giorgio - 'Buso del Valon'

Arrivati a S. Giorgio il termometro segnava una temperatura intorno ai -10°C


Eravamo in 7:
GAM 2 (Giorgio e Roberta)
GSM 3 (Stefano, Nicola e Daniela)
USV 2 (Marco e Guido)

Abbiamo comunque deciso di andar su, c’era il sole senza vento. Abbiamo portato su i pali, la carotatrice, il cavo d’acciaio, i datloggher, avevamo anche due attrezzature per scendere 35 m di corda per il traverso e la 70 per il pozzo.


Avevo anche laser, carta e matita per prendere eventuali misure.


La giornata era stupenda. Arrivati su, dopo circa 45 minuti di cammino i nostri più buoni propositi sono stati demoliti. La cengia per andar dall’altra parte era impraticabile, le nicchie dove si effettuano le calate praticamente sepolte dalla neve. L’unica cosa che avremmo potuto fare sarebbe stato posizionare il datalogger esterno, ma non ha senso aver la temperatura esterna senza poterla relazionare in qualche modo con quella interna.
Le prossime uscite andranno programmate dopo Pasqua dopo che la neve si sarà sciolta.

09-10 OTTOBRE 2010 | A NIGHT IN THE PRETA

L’uscita costituisce anche una rivalsa per quella mancata solo qualche settimana prima, allorché le condizioni meteo già proibitive e tendenti al peggio, quando già eravamo sull’orlo del leggendario 131, ci avevano sì costretto a desistere ma pure ci avevano fatto nascere un tacito giuramento: stavamo arrivando!
Chiaramente questo mio breve scritto non può avere alcuna velleità di raccontare qualcosa di nuovo o comunque di imperdibile sulla signora Preta. Semplicemente è la memoria della piccola grande avventura di 5 speleo che riscoprono, pendolanti da una corda sul nero assoluto od incastrati in un meandro, che questo è uno dei modi per condividere ciò che si è, per riconoscersi, per diventare amici, per apprezzare che esiste almeno un motivo, od un motivo in più, per fare speleologia, per scovare e giocarsi qualche carta, scomoda, indelebile, affascinante.

Leggi tutto: 09-10 OTTOBRE 2010 | A NIGHT IN THE PRETA

28 marzo 2010 | Spiller

(Troppo Bello!!!)

 

E’ sabato, metà pomeriggio quando passo a prendere Paolo. L’appuntamento è alle 17.30 a Verona Est con Paola, Giorgio e Alessandro, destinazione Roana per andare in Spiller l’indomani.
Usciamo dall’autostrada Val Dastico e ci fermiamo ad un bar per una sosta ma anche per aspettare Federico e Davide, provenienti anche loro da Verona ma indipendenti nello spostamento.
Cominciamo a salire verso l’altopiano. Ci fermiamo strada facendo in una pizzeria mangiamo senza troppa fretta e ripartiamo. Raggiungiamo il Rifugio degli impianti sciistici di Verena, parcheggiamo le macchine e partiamo. Zaino in spalla, e vai. Qualcosa di fantastico, non la fatica chiaramente. La luna piena e il cielo stellato ci permettevano di andare avanti senza l’uso della luce, sembrava di essere fuori del mondo, il bosco, la luna piena e la neve creavano un’atmosfera ed un paesaggio da fiaba. Raggiungiamo la Malga Verena, il nostro riferimento per poi dirigerci verso il bivacco dove avremmo pernottato.

Leggi tutto: 28 marzo 2010 | Spiller

16 gennaio 2010 | Colle Alto

Sabato siamo stati a colle alto...da 10 e più che dovevamo essere ci siamo ritrovati in 4: io, paolo, giuliano e la laura.
accompagnati da una giornata tersa e splendida verso l'una meno un quarto ci incamminiamo alla grotta dove arriviamo dopo una mezzoretta. È quasi un peccato entrare…ma non ci facciamo corrompere dal sole..
entriamo e dopo aver armato il 60 arriviamo al sifone che circa un mese fa fermò la nostra progressione… impressionante pensare a quel posto con circa un metro e mezzo di acqua..era veramente impraticabile e alla fine c’era una luce stimata sui 20 cm..anche aver voluto passare ci si sarebbe bagnati completamente e andare zuppi fradici ai saloni sarebbe stato un calvario…vabbè torniamo a oggi...

Leggi tutto: 16 gennaio 2010 | Colle Alto

Alto la, chi va la?

Mancano 15 minuti alle 19.00 quando Marco arriva a casa mia, io sono in macchina ad aspettarlo. L’idea è di andare vicino alla seconda "grotta" che abbiamo visto nei pressi di Caprino a vedere nei dintorni se si trova qualcos'altro.
Arriviamo, parcheggiamo a bordo strada, ci cambiamo e raggiungiamo la grotta precedentemente trovata. Chiamarla grotta è esagerato, potremmo più realisticamente chiamarla stanza. Facciamo il rilievo e poi ci mettiamo a cercare nei dintorni se c'è dell'altro.
Ci inerpichiamo per le zone limitrofe vediamo un piccolo dirupo, nel quale non riusciamo a scendere perchè troppo scosceso. Ritorniamo sulla strada, perchè da li potrebbe essere più facile raggiungerlo. Saliamo controlliamo e troviamo un'altra "grotta".

Leggi tutto: Alto la, chi va la?

29 novembre 2009 | Alla scoperta del Noto

Tutto comincia venerdì sera, a Marco viene indicata una zona dove c’è una grotta.
E’ una località sulla Val d’Adige, è risaputo che vi è la grotta ma nessuno sa più dove sia. L’idea d’andare alla scoperta di qualcosa di nuovo mi affascina, almeno facciamo qualcosa di diverso.
Venerdì sera prepariamo il materiale, corda statica per l’esplorazione, dinamica per la sicura in salita, moschi, trapano e sacchette d’armo.
L’appuntamento è per domenica a Balconi di Pescantina. Sabato arriva la conferma da Giuliano e Laura della loro presenza.

Leggi tutto: 29 novembre 2009 | Alla scoperta del Noto

13 - 30 novembre 2009 | Chiapas

ABSTRACT: Due soci del gruppo (Annichini Giorgio e Mosconi Alessandro) hanno partecipato alla spedizione speleologica in Messico organizzata dall’associazione La Venta.
La prima settimana il gruppo di 17 persone si è diviso in tre gruppi autonomi ognuno dei quali, accompagnato da guide locali, ha investigato una porzione di territorio nelle vicinanze del Rio La Venta alla ricerca di grotte inesplorate. Abbiamo passato 4 notti in tenda all’interno della giungla. Il nostro gruppo ha esplorato 8 grotte nuove in 3 giorni per un totale di circa 350 m di sviluppo.
L’ultima sera è stata anche vista la Cueva del Clarin già esplorata ne 1998.
La seconda settimana ci siamo spostati a Tuxtla. Qui, su indicazioni di amici speleo messicani, è stata riarmata, topografata ed esplorata la Cueva del Puercoespin. Nel corso delle esplorazioni è stata trovata una via nuova che, dopo una serie di saltini, conduce ad una condotta attiva. Abbandonato l’attivo si entra in un canyon fossile che conduce ad un pozzo di 100 m e 30 m di diametro. Sono stati rilevati circa 1300 m di grotta di cui 644 nuovi.

Leggi tutto: 13 - 30 novembre 2009 | Chiapas

2009 | Scarico fognario a cielo aperto a Bosco Chiesanuova

Coordinate: N45°37’27.3” – E011°02’31.8” ± 4.9 m Q.ta 978 slm
Immagine cartina

È una domenica soleggiata e decidiamo di uscire in battuta nei pressi di Cerro / Bosco Chiesanuova per cercare una grotta nuova verticale segnalatami da colleghi, ma con indicazioni molto imprecise.
Ci spostiamo in auto tra Bosco e Val di Porro, nella contrada Cenise di sotto, posto incantevole e fuori mano, abitato in prevalenza da villeggianti che data la splendida giornata prendono il sole.


La mia attenzione è attratta da una stupenda valletta e da uno sprofondamento semi circolare, recintato da paletti e filo spinato. Sapevo che in quella zona non c’erano cavità segnalate, quindi parcheggiata l’auto, mi sono precipitato con Vanna, giù per la valletta.

Leggi tutto: 2009 | Scarico fognario a cielo aperto a Bosco Chiesanuova

Gallio 2009

Non so esattamente quando sia maturata la scelta, probabilmente quando Marco mi ha chiesto cosa avrei voluto fare da grande.
L’esperienza era poca, come i candidati d’altro canto, me la sono rimuginata un po’ cercando di capire se le cose fossero fattibili.
Ho approfittato del corso di quest’anno per capire se ci fossero i presupposti, almeno per prendere in considerazione la cosa.
Così ho chiesto a Michele la possibilità di fare un po’ d’esperienza nell’armo e ho partecipato al corso. Dopo un paio di commenti positivi sono andato da Marco per candidarmi allo stage d’Aiuto Istruttore. Non ho dato spiegazioni precise, anzi, ma ho fatto presente che o quest’anno o nel 2011.

Leggi tutto: Gallio 2009

01 novembre 2009 | Ma dov’è l’uscita d’emergenza? - Abisso Est

Dopo una settimana di consultazioni venerdì sera in sede abbiamo deciso la destinazione della domenica: Abisso Est. Non c’ero mai stato perciò avrei visto qualcosa di nuovo. Era dal 22 luglio che non facevo attività e la voglia era tanta per questo senza tanto pensarci e con poco interesse per la destinazione finale ho accettato.
L’appuntamento era fissato per le 7 a Verona Est. L’itinerario sarebbe dovuto essere il seguente ore 06.40 da Giorgio e 06.50 da Marco. Marco però la mattina stessa ha tirato pacco causa notte in bianco.
Con qualche minuto di ritardo eravamo quasi tutti presenti tranne Mauro, d'altronde abita e 2 minuti di macchina non poteva essere il primo ad arrivare.
Abbiamo posticipato di qualche minuto l’appuntamento con Marta previsto alle 7.30/7.45 a Dueville: non ci saremmo mai arrivati per quell’ora.
Ci siamo fermati a Luisiana per la colazione, un punto fermo in ogni uscita, e poi dritti alla grotta.

Leggi tutto: 01 novembre 2009 | Ma dov’è l’uscita d’emergenza? - Abisso Est

купить смеситель для ванны
купить штатив для видеокамеры